Sito web del Comune di Manfredonia




Dove ti trovi: Home » Archivio News » News



News

23.03.2020
Ordinanza n.19/2020 della Commissione Straordinaria

La Commissione Straordinaria
(Art.143 del D.lgs n.267/2000)
n.q. di Autorita´ Sanitaria Locale

Vista la delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, con la quale è stato dichiarato, per mesi sei, lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

Visto il Decreto Legge 23 febbraio 2020 n. 6;

Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° marzo 2020;

Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo 2020 "Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23.02.2020, n.6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19" (G.U. Serie generale n.59 del 08.03.2020);

Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 "Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23.02.2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale" (G.U. Serie generale n.62 del 09.03.2020);

Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo 2020 recante ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23.02.2020, n.6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale;

Considerato che all'art.1, comma 2 "Misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale" del sopra citato DPCM del 09 marzo 2020, si dispone il divieto, sull'intero territorio nazionale, di ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico;

Visto l’art. 1 c. 2 del DPCM 11 marzo 2020, che sospende l’attività di ristorazione e attività di somministrazione di alimenti e bevande, ad esclusione di quelli posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situato lungo la rete stradale e autostradale;

Vista e richiamata la nota prot. n.11664 del 19/03/2020 con la quale il Dirigente del Servizio “Attività produttive” e il Comandante di Polizia Locale attestano che l’apertura delle predette attività, ove ricadenti nel centro urbano, compromettono l’attuazione delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica, con particolare riferimento al divieto di assembramento;

Preso atto che, a fronte della crescente diffusione dell’emergenza epidemiologica, si ritiene necessario assumere iniziative ancora più stringenti, atte a dissuadere i cittadini dal tenere comportamenti potenzialmente contrari al contenimento del contagio;

Considerato che la ratio della deroga disposta dal DPCM dell’11 marzo per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale per tali esercizi risieda nella possibilità di offrire un ristoro a coloro che per ragioni di lavoro si trovino ad affrontare viaggi a lunga percorrenza;

Ritenuto pertanto che tale deroga non sia giustificabile per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante posti all’interno del centro abitato che, viceversa, si prestano ad essere luoghi di aggregazione e di potenziale contagio, parimenti a quelli per cui è già stata disposta la chiusura con il richiamato DPCM;

Considerato il carattere diffusivo dell'epidemia e del notevole incremento dei casi e dei decessi notificati all’Organizzazione Mondiale della Sanità;

Riconosciuta la propria competenza in quanto "Autorita´ Sanitaria Locale" competente ad adottare le ordinanze contingibili ed urgenti ai sensi dell´art. 50 del D.LGS. 267/2000;

Ritenuto, pertanto, d´intervenire con urgenza e senza indugio, ai sensi dell’art. 50 commi 5 e 6 del D.LGS. 267/2000, adottando misure preventive atte a contenere e fronteggiare possibili situazioni di pregiudizio per la salute e la sicurezza della popolazione;

ORDINA

quale forma di attuazione delle disposizioni di cui sopra, recanti misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, al fine di contrastare ulteriormente le forme di assembramento di persone, a tutela della salute pubblica sul territorio comunale, la chiusura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, ai sensi del DPCM 11 marzo 2020, posti nelle aree di servizio e di rifornimento carburante ubicati nell´ambito del centro urbano con decorrenza immediata e fino a nuova disposizione.

Avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Bari entro 60 giorni, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni, decorrenti dalla pubblicazione.

Lì 20/03/2020

I Componenti della Commissione Straordinaria
F.to Piscitelli - Crea - Soloperto

Allegati

- Ordinanza n. 19/2020

Torna all'indice





« Indietro

Torna all'indice