Sito web del Comune di Manfredonia




Dove ti trovi: Home » Archivio News » News



News

04.05.2018
Manfredonia si rigenera

A breve sarà coinvolta la cittadinanza per individuare i progetti da far partire. In ballo il recupero di alcune opere incompiute come il Palazzetto nell'area Scaloria o il ponte che congiunge via Giuseppe Di Vittorio ed il lungomare di Siponto.
 

Si è tenuto questa mattina presso la sala consiliare del Comune di Manfredonia un incontro con la stampa durante il quale l'assessore all'Urbanistica, Matteo Ognissanti, ed il dirigente all'Urbanistica ed Ambiente, Antonello Antonicelli, hanno illustrato le fasi progettuali del bando della Regione Puglia di cui l'Autorità Urbana Manfredonia-Zapponeta è risultata vincitrice nell’ambito del programma POR FESR-FSE Puglia 2014-2020.

Il finanziamento complessivo aggiudicato con il bando è di 6milioni di euro, di cui ben cinque per Manfredonia. La somma sarà utilizzata per l'elaborazione di una Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile – SISUS.

Vinto il bando, che ha visto Manfredonia e Zapponeta piazzarsi al ventisettesimo posto su 89 partecipanti, ora comincia la seconda fase del programma di Rigenerazione Urbana che vedrà da parte della Regione la richiesta di formalizzare il progetto o i progetti da finanziare inerenti un'area della città che comprende una porzione del centro urbano che interessa tutte le articolazioni territoriali: fronte mare, città storica, bordo urbano e sistema verde di connessione. L'area già individuata è strutturata su due assi di rigenerazione, via Di Vittorio e via Scaloria, che convergono nella cerniera urbana rappresentata dal centro storico e dalle aree già oggetto di intervento per il progetto Lama Scaloria.

"A Manfredonia si è scelto di legare strettamente la Rigenerazione Urbana alle politiche urbane - ha spiegato l'assessore Ognissanti - Con l'incontro di questa mattina vogliamo rendere partecipe la cittadinanza che a breve intendiamo coinvolgere come Amministrazione aprendo un dibattito pubblico sull’argomento per far sì che la scelta su cosa recuperare si avvalga del contributo di tutti coloro hanno a cuore questa città: cittadini, associazioni, soggetti pubblici e operatori privati".

"Un'importante opportunità per Manfredonia- ha quindi aggiunto il dirigente Antonicelli - per realizzare piste ciclabili o per cercare di recuperare alcune opere incompiute nell'area Scaloria, come ad esempio il Palazzetto e il Campo sportivo, o anche il ponte che congiunge via Giuseppe di Vittorio ed il lungomare di Siponto oppure il vecchio palazzo dell'acquedotto".

Il recupero degli edifici dismessi o incompiuti si pone come obiettivi la riduzione del disagio sociale e il miglioramento della qualità urbana. In particolare "il recupero della struttura mai completata del palazzetto dello sport - aggiunge Antonicelli - potrà essere finalizzato alla creazione di spazi e attrezzature sociali destinati ai bambini, giovani e anziani, alla realizzazione di spazi di aggregazione comunitaria al chiuso e all'aperto e ad incentivare la realizzazione di attività e servizi privati connessi o integrati con le attività ospitate nella struttura".

"Il risultato raggiunto c’inorgoglisce - ha quindi commentato il Sindaco Angelo Riccardi - Ora occorre adottare processi di rigenerazione della condivisione progettuale, ovvero aprire il tavolo della partecipazione attiva con la cittadinanza per far sì che con un serio confronto, senza campanilismi di sorta, potremo scegliere insieme e bene i progetti da far partire per far crescere Manfredonia".

Torna all'indice





« Indietro

Torna all'indice