Sito web del Comune di Manfredonia




Dove ti trovi: Home » Archivio News » News



News

01.09.2010
Un ‘arrivederci’ alle nostre Madonne

Sono partite stamattina alla volta di Bari l’icona di Maria SS. di Siponto e la statua lignea della Sipontina: le ha prese in consegna la Soprintendenza per i Beni Storici e Artistici della Puglia, per sottoporle a una delicata operazione di restauro.

Sotto lo sguardo vigile e premuroso dell’arcivescovo Michele Castoro, del sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi e dell’assessore alla Cultura Paolo Cascavilla, i tecnici della Soprintendenza hanno provveduto a rimuovere le due opere dai loro luoghi abituali, all’interno della cattedrale, sottoponendole poi a un primo trattamento di protezione, affinché il trasporto fino a Bari avvenisse in massima sicurezza, sotto la scorta di una squadra della Polizia Municipale.

Ieri, durante la processione per la festa patronale, l’icona della Madonna si era immersa in un fiume di fedeli lungo e imponente come non lo era mai stato a memoria di manfredoniano; ma da domani ben altri ‘bagni’ lambiranno l’immagine della nostra patrona.
I restauri, infatti, interamente finanziati dalla Banca di Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo, non solo contribuiranno a preservare le due opere dalle insidie del tempo, ma permetteranno anche di acquisire una serie di dati con cui dissolvere i numerosi dubbi di datazione.

 

















Secondo alcune testimonianze storiche l’immagine della Madonna, su legno di cedro, potrebbe risalire alla fine dell’XI secolo, mentre la ‘Sipontina’, ascritta attorno al V-VI secolo, potrebbe essere la più antica tra le statue lignee della Vergine in terra pugliese.

Ringrazio la Banca di Credito Cooperativo per la grande sensibilità dimostrata”, ha dichiarato l’arcivescovo Castoro durante la messa che ha preceduto le operazioni di rimozione, e grande soddisfazione è stata espressa da parte della stessa banca, che seguirà da vicino il restauro e curerà una pubblicazione sull’intero intervento.
È stato, quindi, redatto un verbale di consegna firmato dal sindaco, dall’arcivescovo, dal vicepresidente della BCC Giovanni Di Cosmo e dal direttore della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Puglia Fabrizio Vona.

L’icona ritornerà restaurata a Manfredonia in prossimità del Natale, mentre per rivedere la statua forse occorrerà aspettare la primavera.

Ma anche da lontano la Madonna continuerà a vegliare sulla nostra città”, ha chiosato il sindaco Riccardi.

 

 

Teresa La Scala - Ufficio Stampa e Comunicazione

 

Torna all'indice





« Indietro

Torna all'indice