Sito web del Comune di Manfredonia




Dove ti trovi: Home » Il Sindaco Angelo Riccardi



Il Sindaco Angelo Riccardi



Il Sindaco Angelo Riccardi

Cognome e nome: Riccardi Angelo

Luogo e Data di nascita: Manfredonia - 30/12/1969

Telefono: 0884 - 519.204

Email: sindaco@comune.manfredonia.fg.it - PEC: sindaco@comunemanfredonia.legalmail.it - ufficiodigabinetto@comune.manfredonia.fg.it

Deleghe:
- Gestione grandi eventi
- Politiche culturali e valorizzazione beni culturali
- Protezione civile
- Sanità








Biografia

Sin da giovanissimo manifesta notevoli doti di promotore di eventi sociali. Rivitalizza infatti, verso la fine degli anni Ottanta, l’Unione Italiana Sport Per tutti (UISP), organizzando molteplici iniziative sportive e sociali.

Dopo la proficua esperienza della dirigenza regionale e nazionale UISP, aderisce al Partito Democratico della Sinistra (P.d.S.) per impegnarsi a sostegno dell’inclusione e dell’equità sociale.

Nominato nella Direzione locale della nuova forza politica, Angelo Riccardi è candidato al Consiglio Comunale.

Nelle elezioni del settembre 1992 risulta tra i candidati maggiormente suffragati. Nei mesi successivi è eletto segretario cittadino del PdS. La sua direzione politica si distingue ben presto per la grande capacità d’innovazione che porta alla guida del partito molti giovani dirigenti, assieme ai quali avvia una straordinaria stagione di rinnovamento.

Con un’incessante azione propositiva, contribuisce alla nascita della nuova coalizione di centro-sinistra, per molti versi anticipatrice del raggruppamento dell’Ulivo che si affermerà a livello nazionale. La formazione, democratica e popolare, si caratterizza per l’adesione spontanea di una quantità notevole d’energie giovanili.

Nel 1995 Angelo Riccardi entra a far parte della Giunta Comunale del sindaco di centrosinistra Gaetano Prencipe.
Gli sono attribuite le deleghe riguardanti: Pubblica Istruzione, Cultura, Sport, Servizi sociali e Cimiteriali, “problemi della casa”.
È una stagione entusiasmante.

- Inventa il “Manfredonia Festival” e la rassegna artistico-culturale denominata “Sud-Est“;
- riforma i servizi sociali e riordina quelli cimiteriali;
- promuove l’Istituzione del Carnevale Dauno;
- vara il piano degli impianti sportivi;
- assicura, in una stagione difficile, la sopravvivenza di tutte le istituzioni scolastiche locali con l’adozione del nuovo piano di razionalizzazione;
- attiva lo sportello Informagiovani;
- organizza il Consiglio Comunale dei Ragazzi.

Nel 2000, al rinnovo del mandato elettorale, è rieletto al Consiglio Comunale con 850 preferenze. Un primato, in materia di consensi attribuiti ad una singola persona, a testimonianza della fiducia e della stima che i concittadini nutrono nei confronti del giovane amministratore.
Nella nuova giunta di centro-sinistra, Sindaco Paolo Campo, gli è affidata la delega alle Opere Pubbliche. Angelo Riccardi vara così un ambizioso piano di interventi che collocano Manfredonia al primo posto nella graduatoria regionale per volume d’investimenti.

- Recupera gli edifici storici (Palazzo Celestini, Ospedale Orsini, Palazzo San Domenico, Cappella della Maddalena);
- promuove il rifacimento delle piazze e delle ville comunali;
- fa installare nuovi parchi pubblici e aree attrezzate, anche in periferia, per giochi all’aperto destinati ai più piccoli;
- adotta un piano straordinario di manutenzione delle scuole cittadine;
- dà corso ai lavori d’ampliamento della Scuola Media Perotto;
- recupera gli immobili abbandonati da anni, completando la struttura per la Scuola Media G. T. Giordani ed il Centro di cottura per le mense scolastiche, che rappresenta un gioiello tecnologico nel panorama regionale;
- provvede alla manutenzione di molte strade cittadine, alla sistemazione del Lungomare del Sole, del Viale San Pio e della Via dell’Antica Siponto (ex strada statale 89);
- completa il nuovo Mercato ittico, rilancia Siponto e Borgo Mezzanone;
- concretizza i progetti per la nuova caserma dei Carabinieri e per la Piscina Comunale;
- avvia i lavori per la nuova palestra di Via Dante Alighieri e pianifica la ristrutturazione del Palazzetto dello Sport;
- impianta, tra i primi in Europa, un innovativo prototipo d’erba sintetica presso lo stadio Miramare, ristrutturato ed ampliato dopo molti decenni.

Il 15 giugno 2000 è nominato componente della Commissione Nazionale della Federgasacqua (Federazione italiana delle imprese dei servizi idrici energetici e vari) – Cispel.

Dal 12 marzo 2002 è iscritto nell’Elenco speciale annesso all’Albo dei Giornalisti di Bari per assumere la direzione del periodico “Manfredonia Opere Pubbliche”.

Ha partecipato a numerosi corsi di formazione e aggiornamento per amministratori pubblici organizzati dal Cisel (Centro interdisciplinare di studi per gli enti locali), dalla Regione Puglia, dalla SAL (Scuola delle Autonomie locali), dal Format (Centro Studi Ricerca e Formazione).

Le innumerevoli realizzazioni del suo assessorato testimoniano la competenza e la capacità con cui affronta l’impegno amministrativo.

Alle Elezioni provinciali del 2003, Angelo Riccardi è il candidato al Consiglio Provinciale più suffragato: riporta infatti, nel “Collegio 2″ di Manfredonia, circa il 44% dei voti espressi.

Il 30 giugno 2003, con l’insediamento del Consiglio provinciale, nasce la nuova Giunta. Angelo Riccardi è nominato Assessore provinciale per “Lavori Pubblici e Infrastrutture”. » un incarico di grande prestigio ed importanza per lo sviluppo della Capitanata. Da questo assessorato dipende, infatti, la capacità dell’Ente Provincia di rilanciare lo sviluppo del territorio. Angelo Riccardi affronta questa sfida con la consueta competenza e l’abituale impegno di cui ha dato prova nel ruolo di amministratore del Comune di Manfredonia.

Il neo-assessore provinciale è convinto che la Capitanata debba ridurre la distanza che la separa dalle aree più evolute del Paese e dunque pone in essere una visione strategica attraverso due grandi scelte: porta avanti il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP), già avviato nella precedente consigliatura, che riguarda lo sviluppo delle risorse territoriali (ambientali, economiche, sociali, culturali, infrastrutturali) e propone il Progetto PRISMA per la sicurezza del lavoro ed il monitoraggio degli appalti nei Lavori pubblici.

Negli anni 2003-2004, inoltre, l’Assessorato provinciale ai LL.PP. attua una serie di molteplici interventi di progettazione, appalto e realizzazione di opere pubbliche in ambiti d’intervento prioritari quali l’edilizia pubblica, soprattutto scolastica, e la rete stradale, con un investimento complessivo di oltre 46 milioni di Euro.

Nelle elezioni del 3 e 4 aprile 2005 è eletto al Consiglio regionale della Puglia nelle liste dei Democratici di Sinistra.

Riccardi nei cinque anni in via Capruzzi ha lavorato alacremente per una Puglia migliore. Quale componente della Commissione “Ambiente - Assetto del Territorio”, ha svolto un’intensa attività -sia in Commissione, sia in Aula- che si è concretizzata in proposte di legge, interrogazioni, interpellanze, mozioni, ordini del giorno. Nel corso dei lavori di Commissione ha contribuito, insieme con altri colleghi, all’adozione di provvedimenti legislativi (con proposte e disegni di legge) e di atti amministrativi (da cui sono derivate delibere di Giunta) che hanno riguardato settori importanti quali la difesa dell’ambiente, la politica territoriale, l’edilizia popolare, la tutela della salute, le attività economiche. Sono stati anni memorabili, caratterizzati da provvedimenti innovativi della Giunta e del Consiglio, che hanno conseguito risultati significativi per lo sviluppo locale e per il progresso sociale ed economico della Puglia e della Capitanata. Cliccando qui www.riccardisindaco.it si accede ad una pubblicazione dove Angelo Riccardi rende conto del compimento del mandato di consigliere regionale che i concittadini della Capitanata gli hanno affidato tra il 2005 ed il 2010.

Angelo Riccardi, nella propria incessante opera, trae motivazioni dal desiderio di migliorare la qualità della vita nella propria città e nella propria provincia, affinché, in condizioni di giustizia sociale, tutti possano avere pari opportunità per lo studio, per il lavoro, per il tempo libero.

Il 1o Aprile 2010 è stato nominato Sindaco di Manfredonia.

Il 3 giugno 2015 è stato rieletto Sindaco di Manfredonia per il secondo mandato.

Torna all'indice